Kata personale

Kata personale secondo l'insegnamento del Rev. H. Inamoto


Il Kata personale è ciò che in occidente viene comunemente chiamato autotrattamento (detto in giapponese Ten-no Kata).
Nel Reiki tradizionale giapponese, l'autotrattamento è composto da 12 posizioni (le stesse del Kata completo), mentre nel Reiki praticato in occidente esso è composto da un minimo di sei posizioni, a cui qualche insegnante, ne ha aggiunte altre.
Non finirò mai di ricordare ai praticanti Reiki che l'autotrattamento è il punto di partenza: infatti grazie ad esso possiamo ricaricarci, migliorare la nostra vita, rilassarci, superare i nostri limiti, sviluppare le nostre capacità innate, curarci e migliorare il nostro flusso energetico: più ci trattiamo infatti, più il nostro Reiki fluisce con intensità e potenza.
Usui Sensei diceva che è assurdo voler guarire gli altri se per primi non guariamo noi stessi, ma purtroppo in occidente sono numerosi coloro che, non trattandosi mai, eseguono trattamenti ad altri.
L'autotrattamento Reiki è da considerarsi la palestra quotidiana del praticante, sia che questi sia un primo livello oppure un Master. Cercate di essere costanti e sviluppate una buona autodisciplina, solo così otterrete davvero dei cambiamenti significativi su tutta la vostra persona e la vostra vita.
Personalmente dedico molto tempo al Kata personale e sono convinto che sia davvero indispensabile per migliorarsi e per favorire un perfetto stato di salute. Vi consiglio di trattarvi ogni giorno, magari la sera prima di coricarvi e al mattino prima di alzarvi; ma comunque va bene anche qualsiasi altro momento, l’importante è che riusciate a farvi almeno un autotrattamento al giorno!
Vi ricordo che ogni posizione dev’essere mantenuta per un minimo di tre minuti e che potete aggiungere anche altre posizioni personali, naturalmente senza sottrarre nessuna delle 12 posizioni standard.
Potrà capitarvi che in alcuni periodi della vostra vita non riuscirete a trattarvi, questo indica che probabilmente qualcosa in voi blocca il vostro sviluppo personale: tutto ciò che dovrete fare è darvi Reiki ogni giorno e vedrete che dopo un po’ di tempo tutto si risolverà spontaneamente. Ricordate che potrete farvi Reiki durante i momenti d’attesa (nel traffico, sul treno, mentre vedete la televisione...) e per i piccoli incidenti che avvengono ogni giorno in cucina: tagli scottature ecc., naturalmente in quel caso intervenite subito dove c’è bisogno e se vi tagliate o cadete, trattate subito la parte.


Vediamo adesso le posizioni nel dettaglio:


DAVANTI

DIETRO

1) Mani sugli occhi

2) Mani sulle tempie

3) Mani sulla nuca

4) Mani sulla gola

5) Mani sul torace (cuore)

6) Mani sulle costole (sotto il torace)              

7) Mani sullo stomaco

8) Mani sul pube (basso ventre)

9) Mani sui muscoli trapezoidali

10) Mani al centro della schiena

11) Mani sulle reni

12) Mani sulle natiche

 

 

 

 

Kata personale stile occidentale

Kata personale in uso in molte scuole  di Reiki" occidentale"




Un grazie particolare a Ma Jiva Shanti, per l'aiuto e per la concessione a pubblicare queste immagini.

Joomla Templates by Joomla51.com